Perché Valencia?

La qualitá assistenziale, la professionalitá e gli ottimi risultati della medicina riproduttiva Valenciana sono i motivi principali.

Scegli Valencia

Secondo i dati del gruppo Fertility Counts, (formato da membri della Societá Europea di Fertilitá), circa 25.000 europee viaggiano ogni anno per l’Europa per realizzare un trattamento di riproduzione assistita e circa un terzo di queste visita la Spagna. Durante la stagione estiva si registra il maggior afflusso visto che le coppie approffitano del periodo di ferie per realizzare determinati trattamenti di riproduzione assistita.


Negli ultimi anni é avvenuto un cambio di tendenza nella scelta della Spagna per la realizzazione di trattamenti di riproduzione assistita. Inizialmente, il motivo principale di questo flusso migratorio era il fatto che la legge spagnola permettesse tecniche quali la donazione di ovuli o la selezione genetica degli embrioni, ad esempio, che erano proibite in altri Paesi. La Legge Spagnola sulla Riproduzione Assistita é attualmente una delle piú avanzate in tutta Europa. Per quanto riguarda le legislazioni nazionali di altri Paesi, fino al 2014 in Italia ad esempio, la donazione di seme non era permessa. Ció comportava che una persona non potesse liberamente usufruire liberamente del banco pubblico di donatori. Di fatto, le donne single non possono attualmente sottoporsi a procedure di Inseminazione o di Fecondazione In Vitro- come del resto accade in Francia. Inoltre, l’egg-sharing in Germania, Austria ed Italia rimane proibito.  


Legislazione spagnola

Tali limitazioni non esistono in Spagna. La Legge sulla Riproduzione Assistita del 2006 specifica chiaramente che qualsiasi utente delle tecniche di riproduzione assistita deve essere maggiorenne, “indipendentemente dal suo stato civile o dal suo orientamento sessuale”, pertanto include esplicitamente donne single e coppie lesbiche. Esistono continui programmi di donazione sia per gameti maschili (spermatozoi) che femminili (ovociti), contrariamente a quanto accade in altri Paesi europei. Tutto ció permette l’accesso ad un trattamento di Inseminazione con seme di donatore o, se questo non desse buon esito, alla possibilitá di realizzare una Fecondazione In Vitro senza impedimenti legali.


Tuttavia, al giorno d’oggi la qualitá assistenziale offerta dai Centri Medici di Riproduzione Assistita spagnoli tende ad essere la principale ragione per cui la Spagna é diventata una meta famosa. Un buon indicatore di questa tendenza é la continua richiesta di trattamenti che ora possono essere realizzati anche nei paesi di origine di questi pazienti.

 

Anche se la legislazione spagnola é piú progressista rispetto ad altre, non per questo motivo é meno rigorosa visto che applica scrupolosamente i requisiti necessari per i donatori, cosí come gli accertamenti clinici a cui devono essere sottoposti. 


Trattamenti piú frequenti

I trattamenti piú frequenti sono quelli che richiedono la donazione di ovuli e di seme. Il fatto é che la donazione di gameti, come sopra menzionato, é proibita in determinati paesi stranieri, e allo stesso tempo in altri Paesi sí che é legale ma non viene realizzata in maniera anonima! Pertanto le donazioni sono scarse e le liste di attesa sono interminabili.


In questo senso, la cultura di solidarietá ed altruismo che esiste in Spagna riguardo le donazioni é ben conosciuta. La Spagna é un Paese leader in donazioni e trapianti, con 34,4 donatori per milione di persone. Inoltre il 17,5% di tutte le donazioni di organi registrate nell’Unione Europea ha avuto luogo in Spagna. Di fatto, molti dei nostri donatori di gameti, sono anche donatori di sangue o di midollo”.

 

Il profilo dei pazienti stranieri che viaggiano fino a Valencia é molto variegato. Vanno da coppie sposate a pazienti single o coppie omosessuali - la maggior parte proviene da Paesi quali Regno Unito, Italia e Francia. Questi pazienti necessitano principalmente di donazione di ovuli o di seme, mentre in secondo luogo vengono per realizzare una diagnosi genetica pre-impianto per selezionare embrioni sani visto che qualche membro della coppia soffre di una malattia ereditaria.

 

Il termine “turismo riproduttivo” come etichetta per questa tendenza é assolutamente inappropriato.

 

CREA dispone di un International Department, con una struttura specifica e formato da uno staff straordinario che guida, si prende cura ed aiuta personalmente ed attentamente questi pazienti che vengono a Valencia per realizzare un trattamento di riproduzione assistita per raggiungere la gravidanza.

 

Qui a CREA riteniamo che qualsiasi illazione o argomentazione secondo la quale si tratti di turismo sia assolutamente falsa, poiché non stiamo parlando di un viaggio di piacere, ma della necessitá di sopperire ad un bisogno medico o di trattarlo per la mancanza di disponibilitá, di aiuto o persino di comprensione nel Paese d’origine dei pazienti. 


VIENI A CREA E FAI SÍ CHE IL TUO SOGNO SI AVVERI 


Richiedi maggiori informazioni adesso